mercoledì 30 dicembre 2009

I geni privilegiati di Georgia May Jagger

Pin It


La più piccola della progenie femminile Jagger/Hall AKA il mix perfetto di Rn'r e bellezza sfacciata è Georgia May, che ha 17 anni (stessa età di una delle sue nipotine praticamente - figlie di Jade) ed è stata eletta modella inglese dell 'anno ai British Fashion Awards 2009.

Le sue labbra parlano da sole, e cosa altro poteva fare questa ragazza se non raccogliere il testimone di sua madre e diventare una modella? Ed ecco che piovono i contratti.
Nel commercial Hudson Jeans Georgia May sembra una autentica rock baby di lusso:


E ha messo anche la faccia (e non solo quella) per Rimmel London quest' inverno (come Kate Moss!).

Ma è questa primavera che la vedremo davvero mainstream, perchè sarà la testimonial di Versace per la P/e 2010 (la storia si ripete, anche sua mamma lo era stata).
Il glamour e l' anticonformismo è innato nella bimba di Mick. Le piacciono American Apparel,
All Saints e Oli e ammette di avere molti più vestiti di quelli che può realmente indossare. Mangia solo cibo organico e non cambierebbe per niente al mondo il gap che ha fra i denti davanti per un sorriso "americano" frutto di ritocchi estetici.
Somiglia un pò a Brigitte Bardot?
Senza dubbio, è mischiando dei buoni geni diversissimi fra loro che si ottengono delle vere It girls!


lunedì 28 dicembre 2009

Kanye West e la primavera/estate di BAPE

Pin It



Il nipponico marchio di abbigliamento "street-urban-chic" A Bathing Ape - aka BAPE ha scelto Kanye West come modello nel look book primavera/estate 2010. 
Il risultato non è niente male:
                                                         
                                     

                                         
                                      
                                         







                           
Il mio pezzo preferito? La felpona con cappuccio super colorata di Baby Milo.

Per scoprire qualcosa di più sul mondo di Bape, regalare o regalarsi una camicia a quadri (anche se è passato Natale) e curiosare fra gli scaffali virtuali, cliccate qui
                 

domenica 27 dicembre 2009

Ed Hardy e i tatoo da indossare

Pin It



Un nome che non dice molto, ma se vi dico Von Dutch vi ricorda qualcosa?
Una cosa è certa: Christian Audiger è un signore che riesce a trasformare il cotone in oro.
Quando Audigier ha conosciuto Don Ed Hardy, uno dei miti del tatuaggio, ha avuto la brillante idea di trasportare sulle T-shirt gli splendidi disegni del grande tatuatore. Insieme hanno quindi fondato  Ed Hardy, brand famosissimo negli States ma ancora poco conosciuto nel vecchio continente. E ancora una volta le celebrities, come Madonna, Shakira o David Beckam, fanno la fila per svuotargli gli scaffali...


                          



Nello shop online potete dare un'occhiata a tutta la collezione, fatta di jeans, cappellini, occhiali da sole e tanto altro ancora (anche se secondo me sono le T-shirt e le canottiere come questa il pezzo forte).

mercoledì 23 dicembre 2009

Per gli aspiranti Harry Potter in cerca di bacchetta magica

Pin It


The Wand Company rende i vostri sogni realtà: comandare gli elettrodomestici di casa con una bacchetta magica!! Un pò come Molly Weasley alla Tana, un pò come Topolino Apprendista Stregone in Fantasia.
Per ora la bacchetta si limita a poter comandare tutto ciò che risponde a un controller a infrarossi, quindi nel più comune dei casi sostituirsi al telecomando della TV: invece che schiacciare i pulsanti basta imitare i gesti magici di Harry Potter per cambiare canale o alzare il volume. Effetto WOW garantito (soprattuutto se mettete anche il cappello a punta).
La potete comprare per 50 pound qui.

Lady Gaga musa perfetta per David La Chapelle

Pin It

Era solo questione di tempo, perchè la stramba e pop-issima Lady Gaga sembra esser di natura "conciata" apposta per essere fotografata da David la Chapelle! (avevamo avuto la prova quando avevano scattato questa per la copertina di Rolling Stone qualche mese fa).
Un set di foto esclusive scattate per il "The book of Gaga" contenuto nell' edizione speciale e limitata (super deluxe limited edition) del fortunatissimo album "The Fame Monster", che conterrà anche una ciocca dei capelli biondo platino della stavagante fanciulla.
(Che schifo).
Belle invece le foto, patinate, colorate, allusive.. e Lady Gaga, nuda, ammiccante e trasgressiva.
La mia preferita è quella con Kanye West /l ' eroe: così simbolica, un pò biblica e un pò Lost, e lei ci regala una posa da vera pin up!

In conclusione: lo stile provocatorio di David e l' immagine eccessiva di Lady Gaga sono un' accoppiata a dir poco perfetta.

martedì 22 dicembre 2009

Lo smalto grigio di Eva Mendes

Pin It


Marie Claire Spagna ufficializza con una splendida Eva Mendes sulla copertina di gennaio la tendenza dell' inverno che, a quanto pare, continuerà anche tutta l' estate, anche se in toni un pò più chiari e light (come quello che propone Chanel): smalto grigio su unghie corte e squadrate.
Perfetto ed elegante sulla pelle chiara d' inverno, vedremo quest' estate l' effetto che farà sull' abbronzatura...
Noi abbiamo provato La laque di Yves Saint Laurent, n. 39, nuovissimo arrivato della collezione e dal prezzo abbastanza contenuto (17 euro circa), con due passate si ottiene un grigio mediamente scuro e opaco.

sabato 12 dicembre 2009

Alexa Mulberry Bag: il primo buon proposito per l'anno nuovo

Pin It




Chi ha detto che i buoni propositi valgono solo quando si tratta di cose "morali"?
Io dico che lo shopping, e le borse in particolare, diventano dei buoni, buonissimi propositi, quando si pensa a come affrontare il nuovo anno.
Ho già deciso: fra i miei buoni propositi ci sarà dunque lei, la stupenda-ancora-prima-che-esca-Alexa-Mulberry-Bag (v. foto sopra.)
Disponibile a partire da gennaio/febbraio 2010, la Alexa Mulberry bag è già diventata una IT bag di tutto rispetto. Ma su questo non c'erano grossi dubbi, vista la musa a cui è stata dedicata (ndr: Alexa Chung).

                                                                              

                      

PS: un ringraziamento speciale alla mia amica Elena che mi ha fatto conoscere il magico mondo di Mulberry.

venerdì 11 dicembre 2009

1000 metri quadrati per Sephora a Milano

Pin It


Sarà disposto su tre piani e aprirà a febbraio prossimo in Corso Vittorio Emanuele a Milano il più grande dei 100 store della catena Sephora presenti in Italia.
Ma non sarà solo un semplice store: il concept, oltre agli scaffali e un design innovativo tutto da scoprire, prevede anche vari corner Beauty Bar dove richiedere consigli per un trucco personalizzato o restyling di bellezza per ogni occasione.
Uno spazio dinamico, che farà da apripista verso questo nuovo concetto di "profumeria" e che diventerà di sicuro il punto di riferimento per gli acquisti beauty sia che si tratti di grandi classici che delle ultime novità.

Change Climate Change! Fai sentire la tua voce il 15 dicembre.

Pin It


E' in corso a Copenhagen la conferenza Cop15 delle Nazioni Unite sul tema del cambiamento climatico della terra.
Fra le campagne attivate, "Raise your voice" da voce a tutti noi: attraverso il
canale dedicato di Youtube è possibile inviare le proprie domande sul cambiamento climatico ai leader mondiali e agli attivisti che parteciperanno al dibattito in diretta da Copenhagen condotto da CNN e Youtube il 15 dicembre.
Sotto, l'appello di Tony Hawk che invita a partecipare all' iniziativa.

giovedì 10 dicembre 2009

La nuova tavola da snowboard Chanel: attrezzatura da sport estremo per un ' estrema brand extension

Pin It



Che ci troviate un senso o no, Chanel non significa solo profumi-trucchi-borse. Per il secondo anno di fila Chanel "mette in pista" anche una linea di attrezzatura da snowboard (ma anche da sci, da tennis, da bici, da rugby..,) da veri fashionisti.
Una tavola di resina, legno e fibra di vetro, adatta a tutti i livelli, prodotta da Nidecker e proposta in una versione ebano molto glossy e in una versione più pulita e naturale in legno chiaro.

2750 $. Forse si abbinerà perfettamente al Black Satin o alla Coco's Cabas, ma una tavola da snowboard non è da considerarsi esattamente come un accessorio, a meno che non ti chiami Paris o Mariah e la massima sfida che cogli in montagna è riuscire ad ottenere un' abbronzatura perfetta o stare in baita tutto il giorno.

giovedì 3 dicembre 2009

(500) days of summer, nel vintage dipinto di blu

Pin It





E' al cinema in questo periodo "500 giorni insieme", film che lancia Zooey Deschanel come icona del vintage sul grande schermo. L' avete già visto? Io sì, e mi chiedevo se anche per gli altri, come per me, è stato impossibile non notare il blu in tutti i suoi toni come colore predominante in quasi tutte le scene, occhioni di Zooey/Sole/Summer a parte.

E, dopo una breve ricerca ho scoperto che è proprio lo sguardo blu e profondo dell' attrice ad aver ispirato il regista Marc Webb, che ha voluto che la costumista Hope Hanafin rendesse "blu" il personaggio e che nessun altro nel film lo fosse. Nell' intervista pubblicata su MTV.com infatti spiega di essersi occupata dello shopping (prevalentemente vintage) per vestire Sole cercando abiti e accessori blu :

"It was for her eyes, but it was also the romance from a male point of view. Even when you first see her, she has on a white shirt, but still has a blue butterfly. So it tracks all the way through. I just wanted there to be a way to make her stand out. Because she is such the object of desire that in a crowded room the audience and Tom (Joseph Gordon-Levitt) would immediately be drawn to her. She becomes a magnet. The only other place blue is used is the dance sequence, after Tom's first night with Summer. The whole world would turn into her, so that’s what everyone is in blue in that scene — the construction workers, the mailmen, the office workers. Everything becomes kind of a reflection of his love for her."
A lot of it is vintage, but there’s still plenty that’s not. Though I have great respect for these romantic comedies where secretaries are wearing Prada, I wanted [“500 Days”] to be kind of the anti-“Sex and the City.” So, Zooey’s wearing clothes that her character really could afford, things are also repeated. Her clothes are a mix of things from [places like] Old Navy, GAP, BCBG and then there's a lot of vintage. But not all of it was glamorous vintage. She has a Built By Wendy denim skirt and a couple other great things.

The wedding dress was from Western Costume. What I liked about that dress was that it was architectural. Here’s this man [Tom] who is an architect and then there's this romantic dress made out of straight lines. That dress just reminded me of the lines he would use when he was drawing, so I just fell in love with that dress for that moment. The floral dress she wore during the rooftop party is vintage from Palace Costume."

Quasi messaggi subliminali, quelli che il giovanissimo regista vuole mandare al pubblico, incorniciati da una ricercata colonna sonora ( The Smiths, The Temper Trap, Wolfmother, Doves), grafismi da video musicale ( Mark ha diretto tantissimi video di artisti di successo come "Move Along" degli All American Rejects, "I'm not okay"dei My Chemical Romance, "Bad day" di Daniel Powter , e molti altri) e un realismo senza scontato lieto fine: anche se tu pensi di aver trovato la persona perfetta da amare, non è detto che sia lo stesso per lei.


martedì 1 dicembre 2009

Leggere nuoce gravemente all' ignoranza! Libri gratis in giro per Milano

Pin It


Regala un libro, regali un tesoro.
Con questa frase e un albero di Natale fatto di libri, una cartolina invita tutti alla quinta edizione del Salone del libro usato dal 5 all' 8 dicembre 2009 in Fieramilanocity.
Senza dubbio, regalare libri è economico e mai fuori luogo. E, a proposito di regali, stamattina, scendendo in metropolitana, a momenti non inciampavo in 4 scatoloni pieni di libri, usati e non, e i due ragazzi ("brandizzati" Mondadori & Salone del libro usato-Bancarelle in fiera) che erano li accanto mi hanno detto "dai un occhio, e prendine quanti ne vuoi, te li regaliamo!" Inutile dire la sorpresa, non capita tutti i giorni di ricevere regali sulla via dell' ufficio! Praticamente si tratta di più di 3000 volumi che vengono distribuiti in questi giorni in vari punti della città (Piazza San Babila, Piazza Piemonte, Piazza Cavour, Piazzale Loreto, Corso magenta, Corso Garibaldi, le stazioni...) sono libri destinati al macero (perchè invenduti), che avranno nuova vita in mano a chi sarà meno timido e si metterà a cercare nello scatolone un titolo per se o da regalare a qualcun' altro.
Per la cronaca: io ho trovato una copia praticamente nuova de "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupèry (un classico che rileggerei all' infinito e che, a regalarlo, non si sbaglia mai) e un Oscar Mondadori dal titolo "Ai miei figli" di Pavel A. Florenskij, appunti autobiografici che l ' autore scrisse ai suoi figli durante l' esperienza del totalitarismo e dei gulag sovietici (che credo finirà nelle mani di mio papà a Natale ;-)).
Bel modo di aprire ufficialmente la stagione dei regali!

sabato 28 novembre 2009

Incontro ravvicinato con Paolo Nutini live a Milano al Palasharp

Pin It

Leggete qui la recensione del dopo concerto (c' è anche la gallery fotografica by C&C! E' stato molto difficile a così piccola distanza concentrarsi per fare le foto, ma ce l ho fatta!).
Ecco Paolo on stage, in "Coming Up Easy":


Di seguito invece il nuovo video "Pencil full of lead", dove Paolo è fatto di pongo e balla benissimo :D.

martedì 24 novembre 2009

Marchesa "ritaglia" su Rihanna il vestito per gli AMA 2009

Pin It

Cosa ne dite di Rihanna in questo abito di Marchesa sul red carpet degli AMA 2009? Molto, forse troppo pomposo per l' occasione, per non dire per il suo stile?? Sarebbe più adatto a un ballo piuttosto che a una serata del genere. Il vestito sembra rigido, quasi di cartone, anche per i cut out "ritagli" floreali, che sembrano fatti in modo simmetrico con un paio di forbici. Molto femminile la scollatura che sembra un fiore che sboccia e le scarpe che riprendono l' interno dell' abito. Solo il gioco vedo/non vedo ci riporta un pò al sexy style solito di Rihanna. Peccato per la pettinatura che la ragazza imperterrita mantiene in questi ultimi mesi che stona con un abito così elegante.
Quindi vestito e scarpe SI, pertinenza e pettinatura NO
Qui sotto, la sua "spaventosa" esibizione:

domenica 22 novembre 2009

Roxy Heart p/e 2010 collezione bambi/bylaura, gli anni 80 alle Hawaii: fiori, cocktails e pappagalli.

Pin It


Roxy Heart è nata per vedere oltrepassati i limiti fra stile, arte e musica e contaminare la moda da passerella con le influenze street tipiche del mondo surf e snow.
La collezione p/e 2010 Roxy Heart Bambi/bylaura, frutto della collaborazione fra Valèrie Thèvenot, storica designer del brand, e Laura Figueras, giovane stilista spagnola, fa respirare il glamour esotico e romantico delle Hawaii anni '80, con capi in seta e jersey e grafismi che ricordano le lei hawaiiane (le tipiche collane di fiori).
Pantaloni e gonne a vita alta, top morbidi, tante balze, blazer e una giacca di pelle.
I toni sono blu, grigi e neri, ma anche giallo e corallo. Tutto accessoriato con sciarpe enormi in voile, cinture a fascia e sandali con le frange.
Disponibile da febbraio 2010 in tutta Europa.




sabato 21 novembre 2009

Dulcis in Fundo

Pin It


Il primo pensiero appena entrata da Dulcis in Fundo è stato: "come ho fatto a non esserci mai venuta prima?"
Per recuperare a questa grave mancanza, oltre ad avere già precettato fidanzato, amici e amiche per ritornarci più volte possibile, ho deciso di raccontarvi la squisitezza (in tutti i sensi) di questo "ristorante" nascosto dietro Piazzale Loreto a Milano. E "ristorante" lo scrivo fra virgolette, perchè definire Dulcis in Fundo come "ristorante" è alquanto riduttivo.

Volete un assaggio di quello che vi aspetta? Date un'occhiata qui.

Io ho mangiato le melanzane in saor con salmone al vapore, una fantastica zuppa di ceci con gamberi pancettati che mi sogno ancora adesso e... per finire... una torta al cioccolato... senza farina. Senza glutine. Con tanta, tantissima cioccolata e con uno spruzzo di panna fresca, che aveva lo stesso sapore di quella che mi faceva la mia nonna a merenda.

Ripeto: torta al cioccolato libidinosa senza glutine.

Devo aggiungere altro?

Andateci al più presto e quando ci siete.. chiamatemi o scrivetemi, c'è sempre un po' di spazio per questa (ph. by Andre):

giovedì 19 novembre 2009

Anteprima di New Moon. Licantropo vs vampiro, caldo vs freddo, muscoli vs romanticismo: difficile scegliere, vero Bella?

Pin It










Si spengono le luci e sullo schermo appare un'enorme luna piena... siamo all'anteprima di New Moon!
Le due ore del film scorrono che è una meraviglia fra baci mozzafiato, sguardi che trafiggono, romanticismo al limite del diabete, colpi di scena e combattimenti triangolari fra licantropi, vampiri e umani a più riprese.
Non vogliamo svelare cosa succede a Forks e a Volterra, ma possiamo rassicurarvi che il film non delude le aspettative (sia che abbiate letto il libro o meno).
Certo, alcune parti sono forse un po' troppo sacrificate e avrebbero meritato un approfondimento diverso (vedi il racconto leggendario di cosa succede quando Jacob & friends si arrabbiano o il mito tutto italiano dei vampiri-giudici Volturi) ma dato che l'occhio vuole la sua parte siamo disposte a scendere a un compromesso... e che compromesso!
Il diciassettenne (?!?) Taylor Lautner riesce a mettere in ombra perfino lui, il dio-dei-vampiri-succhiasangue-pallido ma affascinante-edward-cullen.
Che cosa gli avranno dato per merenda durante le riprese?
Sarà che è sempre senza maglietta (che fra l'altro gli si strappa addosso stile Hulk Hogan ogni volta che si trasforma lasciandolo solo in pantaloncini), sarà la pelle perfetta e scura, sarà il sorriso bianchissimo o saranno gli occhioni da "lupacchiotto" fatto sta che Jacob è talmene hot da stravincere sul troppo emaciato e sofferente (ai limiti della depressione) Edward.
Ma dopotutto, chi si somiglia si piglia!
Bella (che i limiti della depressione li aveva già superati a metà di Twilight) non potrebbe che scegliere sempre e comunque lui (sue drammatiche e testuali parole), pur trovandosi guarda caso almeno una decina di volte nel giro di due ore a un millimetro dalla bocca di Jake. Persino pochi attimi prima del finalone ad effetto...
E voi? Licantropo o Vampiro?
Di seguito i nostri suggerimenti.