mercoledì 22 dicembre 2010

Let it dough!

Pin It

Christopher Niemman: un genio! Basta un po' di farina, uova, burro e....



domenica 19 dicembre 2010

One world, one love: The Billabong X Bob Marley Collection.

Pin It


Cool & Conscious! Mi ricorda qualcosa :). E' esattamente come Ziggy Marley ha definito la collezione che il brand della sua famiglia, "Marley and Co.", ha realizzato in collaborazione con Billabong in onore di suo padre.
E' bello come il nome, la faccia e l' eredità musicale di Bob si riescano a tramandare anche attraverso una linea di boardshorts, t-shirts, canotte e accessori vari fatti tutti interamente di materiali riciclati e organici. Su tutti, i colori della Jamaica e l' effigie del rastaman.

Billabong è da sempre attenta alle problematiche ambientali, e crede che la filosofia "one world, one love" di Bob Marley si sposi perfettamente al progetto: stare sulla spiaggia, dopo una sessione di surf e ascoltare un po' di reggae fa parte della cultura surf di tutto il mondo. Passione, energia, divertimento: una celebrazione della vita. Come diceva Bob, "make way for the positive day".



L' accordo che ha stretto con la famiglia Marley si basa su: equality, authenticy e sustainability.
Il risultato è questa collezione earth friendly e innovativa, disponibile da metà dicembre negli store selezionati.
Le ultime parole di Bob Marley sono state quelle rivolte al figlio Ziggy "money can't buy life".
Chissà se vale ancora 30 anni dopo.


venerdì 10 dicembre 2010

Cooltip dona 1 euro grazie a te

Pin It

Vi abbiamo già parlato di Cooltip, il primo sito di social shopping in Italia.
Quello che vogliamo aggiungere con questo post è che, in occasione del lancio ufficiale del portale, Cooltip donerà 1 € a SOS Villaggi dei Bambini  per il primo share pubblicato sulla bacheca di Facebook dai Cooltipper. L’operazione, che durerà fino a Natale, servirà a mettere in moto una campagna di solidarietà e a raccogliere fondi da destinare a questa organizzazione internazionale che, da oltre 60 anni, è impegnata nell’accoglienza di bambini privi di cure genitoriali o temporaneamente allontanati dalle famiglie d’origine, e nello sviluppo di programmi di rafforzamento familiare in Italia e nei paesi in via di sviluppo.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno e di quello di tutti i vostri amici, spargete la voce su Facebook, più siamo meglio è! Con questa iniziativa contribuiremo alla costruzione di un villaggio per bambini meno fortunati.
Ricapitolando, basta solo:


Più gente fa share, più fondi raccoglieremo!


Red & Feathers: Xmas Blogger Lunch Party

Pin It




Jingle bell, jingle bell, jingle bell rock
Jingle bells swing and jingle bells ring
Snowing and blowing up bushels of fun
Now the jingle hop has begun

Di rosso e di piume vestiti domani noi di C&C (WM sommo compreso) e il resto della blogger gang (come citate sull' invito: Bibi, Laura e Arianna, Cecile) insieme ad amici e ospiti speciali festeggeremo Natale!
Livello di eccitazione altissimo, perchè staremo insieme dalle 10 di domattina, si respirerà aria di festa, accenderemo le candele anche se è giorno, mettereno le lucine a forma di stella, mangeremo un sacco di cose buone e faremo milioni foto... ma sopratutto perchè la location del party è questa:


Ovvero, il meraviglioso Appartamento Lago in Brera a Milano! Dopo la festa, vi godrete anche le foto degli interni!
Queste le sue pagine Facebook e Twitter
Ah si, siamo eccitati anche perchè ci saranno i REGALI!!!






giovedì 9 dicembre 2010

La scuola più profumata del mondo, @ L' Oréal

Pin It


Da sempre sono convinta che un profumo - ancora più di un luogo o di una musica - riesca ad evocare ricordi, sensazioni, attimi e persone. E' automatico: sento Flowerbomb e penso all'Ale e al nostro week end ad Alma, se qualcuno intorno a me indossa Romance mi viene una crisi d'identità (è il mio profumo da sempre) e se mi capita di annusare Acqua di Giò penso a mio fratello e alla sua camera da letto a Ferrara, che sapeva sempre di buono.
Ecco perchè quando si ha la fortuna di frequentare una scuola di profumi (e vi assicuro che in questo caso è proprio una fortuna - continuate a leggere il post e capirete), non è facile raccontare ciò che si prova. 
Due ore completamente immerse in sapori, odori, spezie e racconti. 
E così, fra una sniffatina di caffè e l'altra (il caffè cancella la memoria olfattiva), la splendida Donatella Ferrari - Dodi per gli amici - ci ha guidato nella scoperta dell'universo profumi di L'Oréal. Un universo costellato da grandi nomi: Giorgio Armani, Viktor & Rolf, Ralph Lauren, Stella Mc Cartney, Diesel, Ermenegildo Zegna e Maison Martin Margiela.

Dodi ci ha accompagnato fra le tante famiglie olfattive, fra le note di testa (quelle che ci colpiscono di più al momento dell'acquisto), di cuore (quelle che rendono il profumo "nostro") e di fondo di ben dieci fragranze. 


E anche se ormai sono passati diversi giorni dalla scuola più profumata del mondo, mi sembra di "sentire" ancora tutti e dieci le fragranze, perchè, oltre che annusarle, noi le abbiamo viste, e le abbiamo pure assaggiate (mmmm.... le meringhe di Flowerbomb....)!


Non avrei mai immaginato di poter vedere un profumo, e invece... ecco a voi qualche esempio di come "rappresentare" un profumo (e lasciare completamente a bocca aperta noi blogger!)


Acqua di Gioia, l'ultimo femminile arrivato in casa Armani: 
un'eau de parfum acquatica e fruttata al sapore di menta, lime e zucchero di canna 
(se state pensando ai mojiti sorseggiati in spiaggia questa fragranza è quella giusta per voi!)



Acqua di Giò, che compie 15 anni l'anno prossimo, il grande classico maschile di sempre.
Fra le sue note di fondo, il legno di cedro, che ricorda tanto il sapore delle matite d'infanzia.. 


Armani Code Uomo: un po' di Bergamotto e un po' di Fava Tonka


Stella in Two: il profumo (rivelazione, per me) di Stella Mc Cartney.
Si chiama "in two" perchè una parte del profumo è solida.
Un trionfo di peonie rosa.. profumatissime.


La preparazione di Zegna Forte, di Ermenegildo Zegna:
Barbara e Luca sono intenti nel mostrarci come l'accordo di miele presente in questo profumo esalti il limone e i pompelmi delle note di testa.  



Untitled, la prima fragranza di Maison Martin Margiela.
Packaging bianco "sporcato" di vernice, richiamo all'essenzialità e un profumo che non ti aspetti..

(meraviglioso)


Ralph Lauren Big Pony Collection: 4 Eau de Toilette per 4 uomini diversi.
I nostri preferiti? Il numero 1 e il numero 3
(ma forse ci siamo fatte condizionare dai modelli dell'adv - in ogni caso il cioccolato vince sempre!)




E per la rubrica "fan di C&C sparsi per il mondo", ecco Ilo, il nostro fotografo preferito ;)

martedì 7 dicembre 2010

Siamo acqua in un mondo di acqua.

Pin It

Guest blogging #1, post di Gaia Sinnona

Siamo tutti fatti di acqua! Ci avete mai pensato?


Ci hanno detto e stradetto che senza quella molecola di due atomi di idrogeno e una di ossigeno non ci sarebbe vita sulla Terra, che il 71% della superficie del Pianeta è composto da acqua e che più della metà di noi E’ acqua!Quindi quello che ci rende tutti uguali e ci avvicina alle piante e agli animali è lì, sotto gli occhi di tutti, è l’ACQUA!

Insomma, siamo acqua in un mondo di acqua.
L’acqua ci accomuna e ci rende interconnessi.
Ed arriva ovunque, persino nei deserti.


Esistono, per natura, luoghi umidi e luoghi aridi, così come periodi di caldo torrido e periodi di
pioggia…





MA - perché esiste un “ma” - la gestione che ne stiamo facendo noi esseri umani la sta rendendo sempre più sporca e sempre meno accessibile.
In pratica, la sprechiamo e la inquiniamo senza pensarci più di tanto!



Anche se fin dalle elementari ci dicono che l’acqua è la base della vita e che senza acqua nessuno può vivere perché non può soddisfare i bisogni di base come bere, mangiare, lavarsi, è solo di pochi mesi fa la risoluzione delle Nazioni Unite che per la prima volta nella storia, superando tutti gli interessi particolari di stati e aziende, dichiara il diritto all’acqua come universale ed inviolabile .
In questo fine 2010 - che sembra una data futuristica ed invece è ancora così piena di problemi comuni – esistono ancora 1,2 miliardi di persone senza accesso ad acqua potabile e 2,6 miliardi senza un servizio igienico, con tutto quello che ciò comporta…



Se da un lato esiste una gestione egoistica e dissennata di stati, aziende, persone, o anche solo un uso distratto di questa risorsa preziosa - tanto preziosa che viene chiamata “Oro blu” e che è motivo di conflitti locali e internazionali tra chi ne ha e chi ne è carente - dall’altro in molti si stanno muovendo per ricordare che l’acqua non deve essere né causa di guerre e né un bene su cui lucrare.

Il famoso pubblicitario Lorenzo De Rita, italiano trasferitosi in Olanda, è uno dei fondatori del movimento “Join the Pipe” o come viene chiamata nel sito web la “community of tap water drinkers”. Il fine è di porre più attenzione al consumo di acqua, incentivando quella del rubinetto ed abbandonando l’abitudine di comprarla imbottigliata, che oltre alla plastica che mette in circolo comporta inquinamento pesantissimo anche per il trasporto. Per lanciare il sito ha organizzato la “Walk for water”, ovvero sei chilometri di olandesi in fila al Vondel Park di Amsterdam per ricordare che quella è la distanza che le donne africane devono percorrere ogni giorno per prendere l’acqua dai pozzi.
Per comprendere meglio il sogno degli ideatori di Join the pipe basta guardare “The short story of the longest water pipe in the world”.
Insomma, Natale si avvicina, siamo tutti più buoni e pensiamo di più agli altri (altrimenti Babbo Natale mica ce li porta quei regali che vogliamo tantissimo), quindi non dimenticatevi che l’acqua è preziosa, più dei diamanti!!E, se siete in vena di un regalo “sostenibile”, Join the Pipe vende bottiglie con forme di veri e propri tubi per finanziare i suoi progetti di diffusione di pompe per acqua in paesi in via di sviluppo.



Se fate a una cena con gli amici o andate in palestra con quelle bottiglie sarete notate di certo!
Buon Natale a tutti!
(Ah non è una scusa che non siete colpevoli perché bevete sempre e solo Champagne!)