mercoledì 29 febbraio 2012

Memèm, Via Savona 1

Pin It

Quante volte ho sentito parlare la Emi di questo negozio... ce l' avevo già davanti agli occhi, mentre mi raccontava come lo avrebbe voluto, quali vestiti avrebbe venduto, cosa avrebbe fatto durante le ore nel suo piccolo mondo parisienne tutto girly-girl... beh ora, a un anno di distanza, il negozio esiste davvero, ed è addirittura meglio del mio corrispettivo immaginario!
Memèm ha aperto settimana scorsa in Via Savona 1, ha due vetrine ed è tutto bianco.
E' facile e frequente trovare una bottiglia di bianco aperta sul tavolo in centro, perchè tutti quelli che passano di li, negli ultimi giorni, stanno brindando a questa nuova storia!
Domenica pomeriggio mentre la città era ancora posseduta dal casino della Fashion Week, io mi sono rintanata qualche ora fra vestiti leggeri e collane fluo con le conchiglie, borse e portafogli dai colori pastello e tante "m" di ogni foggia e colore a richiamare le iniziali del nome di battesimo.
Legno, tubi di rame a reggere le grucce, lavori a maglia incompleti sugli sgabelli bianchi e delle enormi e fighissime corna di cervo sulla parete centrale (i cervi le perdono, quando fanno la muta).
Sparsi in giro, i cataloghi dei brand che la Emi ha selezionato fra Parigi e Copenhagen: Gat Rymon, Stella PardoSarah Wayne, Ba-sh, Elliot Mann, Beck Soonder Gaard.
E' difficile trovare a Milano un negozio così, e la ricercatezza dei capi in vendita merita una (o più) visite! Se non altro per le ottime qualità da stylist della Emi, che ha saputo trovare tante chicche una più bella dell' altra in giro per l' Europa.

I miei favourites per ora sono un vestito-grembiule rosa antico/beige con inserti fluo, i braccialetti e le collane con le conchiglie e i pon-pon (sempre fluo!), un maglione di cotone blu elettrico con una corda marinara a stringere la scollatura sulla schiena, i portafogli intrecciati, i dettagli di legno, le corna e .... la Emi! :)
P.s. quando andrete dite pure che siete amiche mie e la Emi vi accoglierà con gridolini di approvazione 







martedì 28 febbraio 2012

Una bella notizia: Kiehl's abbassa i prezzi!

Pin It



Grande annuncio di Kiehl's, che coinvolge i 97 monomarca europei: dalla fine di gennaio 2012 i prezzi dei prodotti si sono abbassati!
 Le riduzioni hanno coinvolto oltre il 60%  dei prodotti in listino di skincare uomo, donna corpo e capelli.
Il risparmio che si ottiene oggi entrando in una boutique Kiehl's si può quantificare intorno al 20-25%.
E' alquanto insolito ricevere notizie del genere oggi, considerando poi che nel caso di Kiehl's anche se i prezzi sono diventati più accessibili,  di certo non è stata ridotta l'alta qualità delle formulazioni, famose per efficacia e innovazione.



Kiehl's e i suoi negozi sono un angolo di New York a Milano, le vetrine trasmettono un che di "naturale", semplice e "old style" che non possono che ispirare massima fiducia, per non parlare di Mr. Bones - me lo porterei a casa :)
Io sono entrata in fissa con Kiehl's anni fa, quando ho scoperto che uno dei suoi burrocacao era il must have di Brad Pitt (che ai tempi era Angelina-free e quindi più giovane e bello e solare)... poi ci ha pensato la Dada, già affezionata, a completare l'opera, riempiendomi di regali: bagnoschiuma al pompelmo, oli essenziali roll on da dipendenza, shampoo nutriente all' olio d'oliva e - ciliegina sulla torta- la crema corpo con la C maiuscola, dalla consistenza mai provata prima e dai poteri idratanti magici, che ora con immensa gioia vedo inclusa fra i prodotti interessati dalle riduzioni! 



Sono sicura che questa mossa sarà molto apprezzata, pollici in su per Kiehl's!

sabato 25 febbraio 2012

Candies for my ears

Pin It



















Vi capita mai o vi è capitato di non voler "sprecare" della musica?
Intendo: certa musica è come i cioccolatini, una cosa da dosare, che non ci si può permettere sempre, per non rischiare di farla diventare "abitudine" e di perderne il bello -  e il buono.
Ovviamente a me capita spessissimo e, se mi piace molto un album, ai primi ascolti ho già l' ansia di dovermene separare presto per dei periodi di "astinenza", per non sprecarlo.
Oppure, se una canzone, un album è stato caratterizzante di qualche periodo particolare, bello o brutto che sia, decido di non ascoltarlo in determinate situazioni troppo diverse che mi potrebbero portare via le emozioni che mi trasmette, legate a quei momenti, "spersonalizzandolo".
Io mentre lavoro ascolto un sacco di musica, ma spesso e volentieri mi accorgo di ascoltare cose che nella mia libreria sono considerate di "serie B", oppure cose nuove, che ancora non ho fatto mie, perchè non so che sapore possano acquisire cose ascoltate mentre scrivo presentazioni... E nemmeno mangio cioccolatini alla scrivania. Forse devo scrivere a I am Neurotic e farmi pubblicare.


Tuttò ciò per dire che qualche giorno fa mi ha preso un picco di amore per la vita nel sangue quando ho visto questi tre video che riassumono il recente tour australiano di Dallas (City and Colour), dove si sentono i pezzi di "Little Hell", che ho smesso masochistamente di ascoltare qualche mese fa dopo il live a Teatro Bonci dei primi di ottobre  (durante il quale ho versato troppe troppe lacrime) :).
La mia tecnica funziona!

(povero Dallas che frame infelice il primo)
fgdfg hkjh

martedì 14 febbraio 2012

2 anni in Luchino's!

Pin It

Qui non si festeggia S.Valentino, come ogni anno.
Ma si festeggiano 2 anni in questa casa!
Questo significa 2 cose:

1) presto ce ne dovremmo andare (almeno così era stato deciso 2 anni fa)
2) devo fare un po' di foto alla casa, per ricordarmela.

Poi se, come nel mio più grande incubo a occhi aperti, si spaccheranno tutti gli hard disk su cui salvo i   file o si bruceranno tutte le stampe che avrò deciso di fare (?!), fa niente, sono successe tante cose impossibili da dimenticare qui dentro, non sarà difficile ricordare tutto lo stesso!

P.s. "Luchino" è una parte del nome della via dove si trova casa mia.

























sabato 11 febbraio 2012

NBA crush: Jeremy Lin

Pin It



Stamattina, colazione e NBA, Knicks contro Lakers.
 Non è che sia sta grande appassionata di basket, ma di partite me ne sorbisco tante (tutte). Di solito, più che il punteggio, sono le storie di vita dietro ai giocatori che catturano la mia attenzione (tipo Khloe seduta in prima fila, quale nuova pubblicità ha fatto Kobe, se Dr. Dre e Snoop sono andati alla partita o se beccano finalmente il Gallo con una donna o no)
Ma da oggi ho un nuovo beniamino, che invece con il punteggio c'entra eccome: Jeremy Lin, classe 88, cinese americano laureato ad Harvard senza borsa di studio.
E' l'american dream fatto ragazzo cinese, la storia di uno che voleva farcela e ora è arrivato, senza drammi ma come se fosse la cosa più naturale del mondo.
Come, fino ad poche settimane fa nessuno si fosse accorto per davvero di lui, è stato l'oggetto delle mie domande a raffica di stamattina: ok che in NBA ci si allena poco perchè si gioca sempre (e lui non giocava mai) ma qualcuno deve pur aver notato uno che fa 38 punti così! Poi, finire in campo a giocare per coincidenze e tempismo azzeccato, e dimostrare di doverci stare sempre è il fattore C della storia.
Tutto ciò gli è accaduto giocando nella squadra alle cui partite siedono in prima fila Spike Lee, Ben Stiller, The Rock, Woody Allen e tanti altri tifosi famosi


Quindi, è l'uomo del momento, ma io lo adoro soprattutto per questo video, girato durante il lockout, quando quindi non aveva "una vita e un lavoro":
"How to get into Harvard"
E' già un idolo.



P.S. Questa è la sua profile pic su Twitter...


mercoledì 8 febbraio 2012

Pole Dance Italy, sono a bordo!

Pin It



Pole Dance Italy  è il primo blog dedicato alla pole dance in Italia, e l' ha fondato Valentina, una mia bionda (e molto più brava di me!) compagna di corso al MPDS. Info, news e gossip sul mondo della pole dance.
Il blog cercava pole reporter in giro per il mondo... dopo due chiacchiere con Valentina qualche settimana fa, sono stata stra contenta e orgogliosa di essermi unita al team!

Potete seguirci qui: sitoFacebookTwitter.

Il mio pezzo di debutto: Girl Next Door, a pole dance soirée.

Questa la mia bio sul sito :)

Alessandra Zavattarelli, si occupa di Digital Pr nel settore fashion a Milano. Ha scoperto la pole dance per caso un giorno di settembre di due anni fa e da quel momento non ha più potuto farne a meno. Quando non si allena si diverte a fare la blogger (ma non chiamatela fashion blogger)

sabato 4 febbraio 2012

Estée Lauder: nuova crema Revitalizing Supreme.

Pin It


Anti-Age ad azione globale. Sarà contenta la Fede, che è da due anni che cerca di convincermi non riuscendoci ad usare una crema antirughe sostenendo che sia giunta l' ora (le migliori amiche servono a sbatterti in faccia la realtà).
Martedì sera infatti, dopo l'evento preview, sono entrata in possesso di "Supreme", la crema del futuro di Estée Lauder : una crema multitasking, esattamente come me (e molte altre ragazze che conosco).
Si può mettere di mattina, prima di andare a letto, d' inverno (anche se la Lucy, seduta accanto me alla presentazione, sostiene che potrebbe bastare attraversare la città in bici come fa lei a -5 gradi per tonificare la pelle - e non solo), d'estate, per idratare, dare tono, nutrire e prevenire le rughe.
E' adatta a tutti i tipi di pelle e ha profumo buonissimo.
Facile facile, e disponibile da febbraio 2012.